Ascolta Guarda

Bari, facevano prostituire una studentessa di 20 anni. In manette il fidanzato e altri quattro. Sigilli a un B&b a luci rosse

Faceva prostituire la fidanzata, una studentessa barese di 20 anni, per comprare la droga. Pubblicava sulle piattaforme di incontri gli annunci per procacciare i clienti in varie località della provincia di Bari, Bat e Brindisi. I carabinieri hanno arrestato a Bari 5 persone: quattro ritenute responsabili  di induzione, favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione ai danni di persona tossicodipendente, e una quinta di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti. Dalle indagini dei militari è emerso che uno degli indagati, 25anni, approfittando dei sentimenti che la giovane provava nei suoi confronti, l’avrebbe ridotta in uno stato di assoggettamento e, convivendo con lei, l’avrebbe indotta a prostituirsi. Le indagini hanno documentato che il giovane aveva pubblicato, su internet, annunci diretti a procacciare clienti alla fidanzata, con i quali prendeva accordi sulle modalità di tempo, di luogo e per il prezzo della prestazione. Sempre secondo le indagini, il giovane utilizzava questi guadagni per le proprie esigenze di tossicodipendente, lasciando la ragazza, anche lei con problemi di droga, priva di sostentamento alimentare, tanto da spingerla a ulteriori prestazioni per potersi garantire l’acquisto di cibo e inducendola a prostituirsi anche a notte fonda. Questo stato di cose è continuato per mesi, anche quando si è scoperto che la giovane era rimasta incinta.

L’inchiesta nasce dalla denuncia di scomparsa presentata, a novembre scorso , dalla madre della studentessa che aveva raccontato ai carabinieri di temere per l’incolumità della figlia e di essere preoccupata che potesse essere stata costretta a prostituirsi da persone poco raccomandabili . Il giorno successivo, però, le ricerche erano terminate perché la figlia si era messa in contatto con la madre, rassicurandola.

Ma il racconto della donna era rimasto impresso ai militari che hanno voluto vedere chiaro sulle reali condizioni della giovane. Il segnale d’allarme, che confermava i timori della madre, è avvenuto a dicembre, quando i carabinieri hanno visto, nei pressi della stazione ferroviaria di Bari, a bordo di un’auto, la ragazza in compagnia di un giovane. Lui ha spiegato ai militari di averla incontrata dopo aver risposto a un annuncio pubblicato su una piattaforma web e, per potersi appartare con lei per un’ora e mezza, aveva pagato 120 euro a un uomo. A questo punto, dirette dalla Procura barese, sono partite le investigazioni, condotte dal Nucleo investigativo del comando provinciale, attraverso pedinamenti e testimonianze.

A sfruttare la ragazza, secondo le indagini, non sarebbe stato soltanto il fidanzato, ma anche altri due soggetti, un 33enne e un 22enne, tutti finiti in carcere. I due, convivendo di fatto con la coppia, infatti avrebbero partecipato a curare gli annunci on line e a rispondere alle chiamate dei clienti, gestendo in prima persona anche loro i guadagni dell’attività di prostituzione per acquistare, a loro volta, droga.

Agli arresti domiciliari, per favoreggiamento, è invece finto un 61enne, proprietario di fatto di un B&B a Bari, che avrebbe tollerato abitualmente, nella struttura ricettiva, la presenza di persone che esercitavano la prostituzione, istituendo anche un tariffario ad hoc per l’utilizzo ad ore delle stanze disponibili. Il B&B è finito sotto sequestro. Gli arresti sono poi stati notificati in carcere a un 39enne, gravato da numerosi precedenti per spaccio di sostanze stupefacenti, che avrebbe venduto a uno degli indagati un quantitativo imprecisato di droga per un corrispettivo di 150 euro.

Stefania Losito

Musica & Spettacolo

LP su Radio Norba giovedì 2 dicembre

Sarà in collegamento con i nostri studi alle 17:30

Britney Spears compie 40 anni

Per la pop star un compleanno memorabile finalmente da donna libera

Sport

Sempre più donne scelgono di giocare a calcio

Il dato della Figc: negli ultimi dieci anni +66%  di tesserate

Serie A, l’Inter resta in contatto con la vetta. Il Bologna frena la corsa Champions della Roma

Nerazzurri vittoriosi contro lo Spezia. Giallorossi battuti da un gol di Svanberg

Leggerissime

Le feste saranno salate per gli italiani

Secondo il Codacons il Natale 2021 sarà il più caro  degli ultimi anni

Baglioni e Masini autori per “Lo Zecchino d’Oro”

Torna il concorso canoro per i più piccoli

 
  Diretta

Top News

Figliuolo: vaccino ai bambini dal 16 dicembre, in arrivo un milione e mezzo di dosi

Al via dal 16 dicembre, in Italia, la somministrazione dei vaccini anti-Covid ai bambini dai 5 agli 11 anni dopo l’ok dell’Aifa. Lo ha annunciato…

Vaccini, forse trovata la causa scatenante dei rarissimi coaguli di sangue con AstraZeneca

Scoperta, forse, la causa scatenante dei rarissimi coaguli di sangue dopo la somministrazione del vaccino anti-Covid di AstraZeneca. Un team di scienziati del Galles e…

Omicron, Sileri: forse non elude totalmente i vaccini, ma serve studiarla ancora

Pfizer prepara aggiornamento al siero: richiami per molti anni a venire La variante Omicron del Covid-19 potrebbe non eludere del tutto i vaccini, anche se…

Covid, ok alla terapia monoclonale in Gran Bretagna. A Parigi il primo caso di variante Omicron, si attendono altre conferme

Il Regno Unito ha approvato un nuovo trattamento contro il Covid con un anticorpo monoclonale, lo Xevudy (sotrovimab), sviluppato da Gsk e Vir Biotechnology. Per l’agenzia…

Locali

Forza Italia, Boccardi riproclamato senatore dopo tre anni e mezzo

L’ex senatore pugliese di Forza Italia Michele Boccardi, a tre anni e mezzo dall’elezione e dopo ricorsi e battaglie legali, torna a occupare il suo…

Sparò e ferì due persone per dimostrare la forza mafiosa del clan d’appartenenza: un arresto a Cassano delle Murge

Si presentò a una festa e sparò a due persone per dimostrare la propria caratura “mafiosa”. I Carabinieri del Comando Provinciale di Bari hanno eseguito…

Auto precipita in un canale di scolo ad Apricena, muore giovane mamma. Feriti il marito e la figlia di pochi mesi

Una famiglia – marito, moglie e la figlia di 4 mesi –  che viaggiava a bordo di un’Audi è finita in un canale di scolo,…

Ucciso per aver difeso l’amica da uno stalker: l’aggressore torna in carcere

Torna in carcere con l’accusa di omicidio Domenico Bellafede, lo stalker di 36 anni accusato di aver ucciso Cosimo Damiano Bologna, 50 anni. Stando a…

Made with 💖 by Xdevel