Ascolta Guarda

Capossela e le “canzoni della cupa”

[inpost_pixedelic_camera slide_width=”1000″ slide_height=”637″ thumb_width=”75″ thumb_height=”75″ post_id=”11171″ skin=”camera_black_skin” alignment=”” time=”7000″ transition_period=”1500″ bar_direction=”leftToRight” data_alignment=”topLeft” easing=”linear” slide_effects=”simpleFade” grid_difference=”250″ thumbnails=”1″ pagination=”0″ auto_advance=”0″ hover=”0″ play_pause_buttons=”0″ pause_on_click=”1″ id=”” random=”0″ group=”0″ show_in_popup=”0″ album_cover=”” album_cover_width=”200″ album_cover_height=”200″ popup_width=”800″ popup_max_height=”600″ popup_title=”Gallery” type=”pixedelic_camera” sc_id=”sc1480193144029″]

Vinicio Capossela porta le luci, la polvere e le ombre di “Canzoni della cupa” in diretta su Radionorba.
Il disco, uscito a maggio, è nato dopo un lavoro durato 13 anni, cominciato nel 2003 e che ha visto Vinicio collaborare con diversi artisti dai Los Lobos, ai Calexico a Giovanna Marini, la Banda della Posta e molti altri.
Con indosso l’immancabile cappello e il suo mantello Vinicio ci racconta delle storie raccontate nel suo ultimo disco e del contatto con la sue terra di origine: “La doppia anima appartiene a tutti, noi abbiamo una parte visibile e una in ombra. La poesia, la musica mettono a fuoco queste radiografie e questi ritratti fatti di ombra e luce. Questa terra la conosco bene, eravamo stati qui venti anni fa in studio per presentare “il ballo di san Vito” ed è una terra da cui partono molte canzoni” .
“Canzoni della cupa” è probabilmente il disco che più rappresenta e più rafforza il legame con le origini di Vinicio, visto che molte delle storie che sono presenti nel disco arrivano proprio dalla sua terra di origine: “Beh sì. In tutti i paesi c’è una cupa, una zona d’ombra in cui aleggiano miti e leggende un po’ oscure, racconti e superstizioni che fanno parte della cultura collettiva e ne rappresentano l’inconscio collettivo. Per esempio il pumminale è un modo paesano dell’alta irpinia di chiamare un cane lupo mannaro, una forma di licantropia. E’ una figura venuta al mondo la notte di Natale, per sfregio a Gesù è condannato a uscire nelle notti di luna piena per cercare il suo demone, con l’attacco di licantropia va a sporcarsi cercando refrigerio nelle pozze di acque sporcandosi ed è un po’ quello che facciamo per completare noi, nella vita abbiamo bisogno dell’alto e del basso.”
Dal 27 febbraio Vinicio sarà in tour in tutta Italia con lo spettacolo “Ombra. Canzoni della cupa e altri spaventi” che porterà in Puglia il 6 marzo a Lecce e il 7 marzo a Bari con molta curiosità da parte del pubblico di ascoltare le canzoni in teatro: “Abbiamo chiamato lo spettacolo “ombra” perché sarà un lavoro completamente diverso da “polvere” che è stato lo spettacolo estivo all’aperto di questo disco. In teatro ci sarà anche una rappresentazione visiva in bilico tra luce e bui, con molti punti di buio e una formazione diversa, con strumenti ombrosi come il ritorno del theremin ma anche il quartetto d’archi di Torino“.
L’occasione della visita nei nostri studi è anche il momento per festeggiare i venti anni de “Il ballo di san Vito”, un disco che sa di luce, fiamme e fuoco e che ricorda anche il fuoco della Focara di Novoli (Lecce) dove Vinicio si esibirà in un contesto più folcloristico: “Avevo suonato alla Focara molti anni fa. E’ un grand spettacolo e mi riproponevo di tornarci con “le canzoni della cupa” e lo farò il 16 gennaio. Per partire con i due tour di questo disco ho scelto due notti in cui il fuoco non manca, perché con “Polvere” siamo partiti la notte di san Giovanni che è un’altra notte magica e ora per la notte di Sant’Antonio e l’inizio del carnevale. Nei posti dove sono presenti maschere spaventose della tradizione e si svolte un carnevale arcaico si suona e si fa chiasso per cacciare i personaggi più spaventosi e oscuri e così inizieremo la stagione dell’ombra“.

Angela Tangorra

Musica & Spettacolo

Fedez e J-Ax, concerto di beneficenza a Milano

I due artisti hanno ufficializzato il loro ritorno insieme e l’iniziativa per la loro città

Vegas Jones ospite di Radio Norba

Appuntamento martedì 24 maggio alle 16

Leggerissime

La scienza contro la dipendenza da smartphone

Stimoli e incoraggiamento per aiutare chi usa il telefono più di 5 ore al giorno

Il viaggio della musica 300x250

 
  Diretta

Top News

Guerra in Ucraina: due mesi fa attentato fallito a Putin

Si valuta piano di pace dell’Italia. Il Cremlino intende processare i prigionieri dell’Azovstal  Il presidente russo Vladimir Putin sarebbe scampato ad un attentato dopo l’inizio…

Covid, calano i nuovi positivi ma aumentano le vittime

I contagi sono 9820, i morti 80 Sono 9.820 i nuovi contagi da Covid registrati nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del…

Commemorazioni per la strage di Capaci, Mattarella: “Impegno contro la mafia non consente né pause né distrazioni”

“L’impegno contro la mafia non consente pause né distrazioni”. Lo ha dichiarato il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, al Foro Italico di Palermo durante la…

Tragedia del Mottarone, il giorno del ricordo. I familiari delle vittime: “Abbandonati da tutti”

Si è svolta oggi, nel bosco del Comune di Stresa, la cerimonia di commemorazione della tragedia della funivia del Mottarone, avvenuta il 23 maggio di…

Locali

Incidente sfiorato nelle acque del porto di Taranto, salvate nove persone su una barca alla deriva. A bordo anche un bambino di pochi mesi

Nove persone, tra cui tre bambini e uno di pochi mesi, sono state salvate mentre si trovano su una barca alla deriva che si stava…

Naufragio rimorchiatore al largo di Bari, verso la sospensione delle ricerche dei marinai di Molfetta

A quattro giorni dal naufragio del rimorchiatore al largo di Bari, non sono stati ancora ritrovati i corpi dei marinai molfettesi, Mauro Mongelli, 59 anni,…

Incidente aereo Trani, dimesso il pilota del secondo aereo coinvolto

E’ stato dimesso dall’ospedale di Andria Vincenzo Rosei, 57 anni, pilota del secondo aereo coinvolto nello scontro con un altro piper, avvenuto domenica mentre sorvolavano…

Incidenti stradali in Basilicata, il bilancio è di 2 morti e 6 feriti

E’ di due morti e sei feriti il bilancio di due incidenti stradali avvenuti nelle scorse ore in Basilicata. All’alba di lunedì, sulla statale 96…

Made with 💖 by Xdevel