Ascolta Guarda

Musica – Annunciato il rinvio al 2021 dei concerti in Italia

Nel giorno della ripartenza dell’Itailia la musica live annuncia il suo stop fino al 2021.
Ligabue avrebbe dovuto festeggiare i 30 anni di carriera in una notte  e oggi ha annunciato: “Estate 2020. I grandi eventi live si fermano, alla luce delle disposizioni governative in tema di salute pubblica che vietano assembramenti di persone.
Una decisione condivisa dalla gran parte dei produttori e organizzatori di spettacoli di musica dal vivo, che fanno sentire unita la loro voce.”
La data dell’evento #30AnniInUnGiorno alla RCF Arena Reggio Emilia(Campovolo) per celebrare i 30 anni della straordinaria carriera di Luciano Ligabue, prevista il 12 settembre 2020 non può dunque essere al momento confermata in ragione della situazione dell’emergenza sanitaria in atto e alla luce delle relative disposizioni governative. 
La data definitiva verrà comunicata quanto prima e comunque non oltre il 31 luglio 2020. I biglietti già acquistati in prevendita rimangono validi.
Annuncio dello stesso tipo sui social di Laura Pausini, Emma, Alessandra Amoroso, Fiorella Mannoia, Elisa e Giorgia che a settembre sarebbero state protagoniste del concerto contro la violenza sulle donne.
Scrive Laura Pausini: “La data dell’evento “Una. Nessuna. Centomial. Il concerto”, il più grande evento musicale di sempre contro la violenza di genere, alla RCF Arena Reggio Emilia (Campovolo) prevista il 19 settembre 2020 non può essere al momento confermata in ragione della situazione dell’emergenza sanitaria in atto e alla luce delle relative disposizioni governative”. Anche in questo caso la data definitiva verrà comunicata quanto prima e comunque non oltre il 31 luglio 2020.
Stessa situazione per i Negrita, Niccolò Fabi e Brunori Sas.
La band toscana annuncia che: “A proposito di concerti… per un po’ ci tocca stare fermi, ormai è chiaro per tutti. Ma la nostra intenzione è di recuperare le date rimaste in sospeso dall’ultimo tour, siamo al lavoro sul nuovo calendario e appena sarà possibile vi comunicheremo le nuove date. Attenderemo un anno ma ne varrà la pena, tornare sarà ancora più bello e magico”.
Brunori Sas comunicherà le nuove date entro il 31 luglio 2020.
Niccolò Fabi dice la sua in un post malinconico: “Prevedibile. Ma per questo non meno sconfortante. La maggior parte dei tour estivi già programmati e comunicati vengono rimandati all’estate prossima, alcuni annullati. Tutti i concerti con più di mille spettatori non hanno la possibilità di essere effettuati alla luce delle disposizioni governative in tema di salute pubblica. Nella surrealtà generale di questo momento storico si aggiunge questo elemento. Il nostro tour estivo è riprogrammato pressoché in maniera identica per l’estate 2021. Surreale ovvio, perché immaginare o prevedere il nostro stato, i nostri desideri, ispirazioni e volontà in un futuro così distante è davvero complesso. Vale per voi quanto per me. Ma si è scelto il male minore, annullare tutto probabilmente sarebbe stato ancora peggio. I vostri biglietti naturalmente rimangono validi e se non potrete partecipare è possibile rivenderli sulle piattaforme di ticketing dove li avete acquistati. Che non sia la soluzione perfetta è evidente. Ognuno di noi ci ha perso qualcosa, chi tanto chi poco. Del resto questo momento storico ha evidenziato in tutti i settori i limiti di una società basata sull’economia e le sue ragioni, stendendo un lenzuolo bianco sui nostri fantasmi, rendendoli visibili, finalmente, forse. È vero che il mondo dello spettacolo dal vivo è entrato profondamente in crisi proprio perché vive grazie agli assembramenti di persone. È vero che una pandemia è un evento straordinario e imprevedibile. È vera la scarsa considerazione, supporto, tutela e conoscenza della nostra realtà che ci è stata dimostrata dalle istituzioni, ma è anche vero che tutto il settore musica deve cogliere questa occasione per iniziare a parlarsi davvero e capire in modo profondo e dettagliato quali siano i motivi di questa crisi nella crisi, cercando i giusti correttivi e soprattutto “sperando di tornare tutti a quote più normali”. A breve forniremo tutti i dettagli e il nuovo calendario. Per il tour europeo dell’autunno ci prendiamo qualche altro giorno per capire bene, ma avendo a che fare con tante nazioni e le loro diverse legislazioni in materia, credo sia davvero rischioso prevederne la fattibilità. Mi dispiace davvero. A dopo.”
In un videomessaggio Tiziano Ferro ringrazia il Governo perchè senza direttive ufficiali non ci sarebbe stata tutela degli acquirenti e spostamento delle date. Scrive Ferro: ” Quindi anche se poco sorprendente,la notizia è ufficiale: il tour previsto quest’anno con partenza sabato 30 maggio 2020 è posticipato al 2021. I biglietti acquistati saranno validi per le nuove date del 2021. (..)Grazie per la pazienza, che è stata anche la nostra. Pensiamo a ripartire. E per chi vorrà …io continuerò a farvi compagnia qui! Tiziano”.
Stesso tono per il messaggio pubblicato poche ore fa sul profilo di Cesare Cremonini dove si annuncia che il tour negli stadi annunciato con partenza domenica 21 giugno è posticipato al 2021.Anche in questo caso i  biglietti resteranno validi per le nuove date. Le vendite saranno momentaneamente sospese e riaperte non appena sarà pubblicato il calendario definitivo.
Il messaggio si chiude con queste parole: “Sono stati giorni di attesa per tutti e come era prevedibile l’intero mondo dello spettacolo, in particolare quello che riguarda gli eventi live, si appresta a affrontare una sfida importantissima. Nel rispetto delle decisioni che vogliono tutelare la salute di tutti, il ritorno alla normalità sarà la nostra stella polare! Tutto tornerà meglio di prima. Non sono parole. Non lo vedrete. Lo vivrete.”
Angela Tangorra

Musica & Spettacolo

Cesare Cremonini, ecco ”La ragazza del futuro”

Il nuovo singolo su Radio Norba da domani, 19 gennaio. L'album uscirà il 25 febbraio

Arisa in diretta su Radio Norba

Sarà in collegamento mercoledì, 19 gennaio, alle 14

Sport

Leggerissime

Michelle Hunziker e Tomaso Trussardi: “Ci separiamo”

L’annuncio della coppia dopo i continui rumors. Dopo 10 anni insieme di  ''percorso comune e privato’' la decisione

 
  Diretta

Top News

Errore nel bollettino nazionale, alla Puglia assegnati 16mila casi in più

Il bollettino nazionale è errato. Alla Puglia sono stati assegnati 28.589 casi giornalieri. In realtà, i positivi delle ultime 24 ore sono 12.414. Gli altri…

Covid, record di contagi giornalieri nella quarta ondata: 228mila. I decessi mai così alti da aprile: 434 in sole 24 ore

Sono 228.179 i nuovi contagi da Covid nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute: è record nella quarta ondata. Ieri erano stati…

Vaccini, Ema: “Ragionevole la quarta dose per i soggetti fragili”. Ok alla sicurezza delle somministrazioni in gravidanza

Dall’Agenzia europea del farmaco (Ema) arriva l’ok alle quarte dosi per i soggetti fragili, che suona piuttosto come un vero e proprio invito alle istituzioni…

Ministero, in Italia quasi 12 lavoratori su 100 sono poveri: “Occorrono salario minimo e misure di sostegno”

Quasi dodici lavoratori su cento, in Italia, sono poveri. Significa che, pur lavorando, vivono in una famiglia con un reddito netto inferiore al 60% della…

Locali

Il super microscopio dal Giappone al Policlinico di Bari. Uno strumento tecnologico che risolverà le complicanze del linfedema e di altre patologie

Al Policlinico di Bari, per la prima volta in Italia, sarà sperimentato il super microscopio chirurgico giapponese “Mitaka”. E’ uno strumento tecnologicamente avanzato, con cui…

Covid, in Puglia, balzo dei ricoveri, 40 in più in un giorno

In Puglia, su 74.684 tamponi analizzati, 12.414 sono risultati positivi. Nuovamente in rialzo l’incidenza, oggi al 16.6%. Dieci i morti registrati nelle ultime 24 ore.…

Schizzano i contagi in Basilicata, sono 1.540. Inclusi per la prima volta i test antigenici

Incremento senza precedenti dei contagi in Basilicata. Sono 1540 i nuovi positivi su 7977 test processati. E per la prima volta dall’inizio della pandemia, nel…

Medici no vax, trenta iscritti sospesi dall’Ordine di Bari

Trenta medici no vax sono stati sospesi dall’Ordine dei medici di Bari. Salgono a 53 gli iscritti ai quali è stata notificato il provvedimento. Dal…

Made with 💖 by Xdevel