Ascolta Guarda

Covid, l’Europa vuole allentare le restrizioni sul turismo

Moderna distribuirà 500 milioni di dosi nei Paesi a basso reddito

Buone notizie per il turismo, soprattutto per i Paesi che hanno affrontato meglio l’emergenza covid e hanno quasi completato la campagna vaccinale. La Commissione Europa proporrà nei prossimi giorni agli Stati membri di allentare le attuali restrizioni sui viaggi non essenziali (come quelli per turismo) nell’Ue, tenendo conto dei progressi delle campagne di vaccinazione e degli sviluppi della situazione epidemiologica a livello mondiale. Bruxelles propone di consentire l’ingresso nell’Unione per motivi non essenziali non solo a tutte le persone provenienti da Paesi con una buona situazione epidemiologica, ma anche a tutte le persone che hanno ricevuto l’ultima dose raccomandata di un vaccino autorizzato dall’Ue. La proposta della Commissione Ue prevede l’ingresso nell’Ue per i turisti in arrivo da quei Paesi Terzi che hanno un tasso di notifica di 100 su 14 giorni, su 100 mila persone. Tra i criteri che verranno analizzati anche le percentuali dei test condotti, i tassi di positività e le tendenze. Sulla base di questi elementi sarà stilata una lista.

“E’ tempo di rilanciare l’industria del turismo e di riavviare le amicizie frontaliere in sicurezza  – ha scritto la presidente della Commissione Euroepa Ursula Von der Leyen –  Proponiamo di accogliere nuovamente i visitatori vaccinati e quelli provenienti da Paesi con una buona situazione sanitaria. Ma se emergono varianti dobbiamo agire in fretta: proponiamo un meccanismo di freno d’emergenza Ue”.

In una nota dell’esecutivo si legge, infatti, che “Visto che l’emergere di varianti preoccupanti del coronavirus richiede una vigilanza continua. Come contro-bilanciamento alla proposta di allentare le restrizioni per i viaggi non essenziali, la Commissione europea propone un nuovo meccanismo di “freno di emergenza”, da coordinare a livello Ue e che limiterebbe il rischio che tali varianti entrino nell’Unione”.

Una buona notizia arriva anche dall’accordo fra Moderna e Gavi, l’alleanza mondiale per vaccini e immunizzazione. Fino a 500 milioni di dosi del vaccino COVID-19 dell’azienda farmaceutica americana saranno destinate al programma COVAX per contribuire a porre fine alla pandemia nei paesi a più basso reddito. 34 milioni di dosi cominceranno a essere consegnate già nel quarto trimestre del 2021, con una opzione per COVAX fino a ulteriori 466 milioni di dosi nel 2022. Le dosi sono fornite al prezzo più basso, in linea con l’impegno dei principi di accesso globale di Moderna. L’accordo copre i 92 paesi Gavi COVAX a basso e medio reddito, inclusa l’India.

Mauro Denigris

Musica & Spettacolo

Gli artisti italiani: per i concerti capienza al 100% con green pass

Il manifesto: “Presidente Draghi aiuto”. Laura Pausini: “Il nostro lavoro è sottovalutato. La musica è speranza”

Carmen Consoli, esce “Volevo fare la rockstar”

La cantantessa è tornata con il nuovo album e dice: “I sogni possono diventare realtà”

Leggerissime

Il cane è l’animale preferito dagli italiani

In casa degli italiani anche pesci, roditori e animali esotici

“Azzurri d’Europa 2020”, un libro per celebrare la vittoria dell’Italia a Euro 2020

Gli autori sono Stefano Ferrio e Gianni Grazioli, direttore generale dell’Assocalciatori

 
  Diretta

Top News

Dal 15 ottobre i dipendenti pubblici tornano in ufficio. Brunetta: “Regoleremo lo smart working”

Dal 15 ottobre i dipendenti della pubblica amministrazione tornano in presenza. Il presidente del Consiglio, Mario Draghi ha firmato il Dpcm per il ritorno negli uffici pubblici.…

Arresto Puigdemont, resterà libero fino all’udienza di estradizione

Per la giudice della Corte d’Appello di Sassari, Plinia Azzena, l’arresto di Carles Puigdemont non è illegale ma non ci sono ragioni per le quali…

Alitalia, la protesta dei lavoratori. Bloccata l’autostrada e tensioni con la polizia

Tensione con la polizia per i 500 manifestanti di Alitalia, che hanno protestato bloccando per tre ore la circolazione verso l’autostrada Roma- Fiumicino dopo essere passati…

L’Ordine al merito della Germania alla senatrice Liliana Segre: “E’ un’occasione di riconciliazione con il Paese tedesco”

La Repubblica Federale di Germania ha conferito l’Ordine al merito alla senatrice Liliana Segre, sopravvissuta all’Olocausto. E’ il più alto riconoscimento istituzionale tedesco. A consegnare l’onorificenza nella…

Locali

Guerra di mala al quartiere Japigia di Bari: 23 condanne e due assoluzioni

Pene comprese tra i 30 anni e i 2 anni e 8 mesi di reclusione sono state inflitte in primo grado a 23 imputati al…

Covid, in Puglia incidenza stabile e ricoveri in calo. In Basilicata 32 nuovi casi

In Puglia, su 13.030 test analizzati, 157 sono risultati positivi con 3 decessi. Stabile l’incidenza, all’1,2% dopo l’1,1% registrato ieri. Le province più colpite sono…

Operaio morto nel leccese, quattro persone indagate. Autopsia fissata per lunedì

Sono quattro le persone indagate dalla Procura di Lecce nell’ambito dell’inchiesta sulla morte di Fabio Sicuro, l’operaio salentino di 39 anni morto martedì a Palmariggi…

Guerra agli sporcaccioni a Taranto, il totale delle multe è di 40mila euro. Presto nuove foto trappole

E’ guerra agli sporcaccioni a Taranto. Dalla metà di giugno, sono state comminate oltre 300 multe per l’abbandono di rifiuti, con conferimento irregolare o fuori…

Made with 💖 by Xdevel