Ascolta Guarda

Nek: “Sono rinato a Sanremo nel 2015 e adesso penso al secondo tempo”

Nek fa visita in diretta negli studi di Radionorba tra una tappa e l’altra del tour che lo ha portato a esibirsi in Europa e nei più importanti teatri italiani.

Il tour si chiuderà a Bari il 23 gennaio, mentre il 22 farà tappa a Lecce.

Come è nata la scaletta per questa serie i concerti lo spiega lo stesso Nek: “Questa volta ho chiesto la collaborazione delle persone attraverso i social: ho  chiesto cosa sarebbe piaciuto ascoltare del mio repertorio. E’ un tour dove ho portato tutta la mia musica, le mie canzoni che sono diventate parti della vita delle persone”.

Il suo ultimo disco si intitola “Il mio gioco preferito – parte prima” e Nek non svela se  e quando arriverà la seconda parte del lavoro. Lui scherza e dice: “Prima o poi dovrò chiuderlo ‘sto lavoro! Diciamo che la tecnologia mi viene in aiuto perchè riesco a comporre ovunque e grazie al telefonino registro le mie idee. Per un cantautore è amara: devi riuscire a fermare l’ispirazione quando ti viene, senza dimenticare un pezzo. Così fu per “Laura non c’è” che nacque con il ritornello e un inglese improvvisato. Il provino convinse il mio entourage e andammo a Sanremo”.

A 48 anni Nek è in grandissima forma e dice che è stata la vita stessa a fargli capire come star bene. Racconta: “La vita comincia a farti capire che devi alleggerire certi carichi. Per esempio mangiare dopo i concerti mi fa male. Mangio un toast due ore prima di esibirmi, sto bene e conduco due ore di concerto, poi ho fame ma non mangio perchè sennò dormo male e poi il giorno dopo sto male sul palco. Quello che mangio lo brucio e se non fossi in forma non riuscirei a cantare e saltare contemporaneamente suonando!”

 

C’è tempo sul finale dell’intervista  per rispondere alle domande degli ascoltatori che sono curiosi di sapere quale sia stato l’anno di carriera più bello. Nek risponde segnalando il “2015, l’anno in cui andai a Sanremo con “Fatti avanti amore” e portai la cover di “Se telefonando”. Fu incredibile perchè lì è come se fossi risbocciato. Vivevo un momento di stanca artistica ed è risbocciata la mia carriera, mi è tornata la verve e quell’occasione ha generato una serie di meccanismi che non avrei immaginato. Il 2015 lo ricordo dentro di me in maniera indelebile e forte”.

 

Racconta Filippo che il primo concerto lo tenne nel 1991 davanti a 50 persone a Sassuolo. “Mi dedicavo comunque alla musica con passione e mai ho pensato che stava andando tutto male e avevo solo 50 persone davanti… suonavo il basso, avevo la base registrata perchè non potevo permettermi musicisti. Suonavo e cantavo e con i miei amici con cui ero parte della band White Lady avevo amici a Verona e dicevo sarebbe bello suonare all’Arena e in quel momento lì tutto pensavo fuorchè di riuscire a diventare un personaggio conosciuto. Vivevo sempre tutto con grande passione”.

 

In tutte le canzoni di Nek c’è sempre posto per l’amore e l’amore per la vita: “Lo avverto più oggi con la consapevolezza di 50 anni e con il fatto di  essere papà che ti cambia la disposizione delle cose della vita. Sali sul treno e guardi dal finestrino i paesaggi, ti fermi a guardare i dettagli. A venti anni non ti accorgi di niente, vivi le giornate più intensamente anche perchè il fisico è dalla tua parte e  te lo permette”.

Angela Tangorra

Musica & Spettacolo

Musica, è morto Vangelis

Il compositore greco scrisse "Blade Runner" 

Laura Pausini positiva al covid

Il malore di sabato in diretta durante l’Eurovision non era dovuto allo stress ma al virus

Leggerissime

Rihanna è diventata mamma

Secondo il sito Tmz la cantante ha avuto un maschietto che sarebbe nato il 13 maggio

Temperature alte ed estate in anticipo. Ecco Hannibal

Nei prossimi giorni in Italia, e non solo, le temperature saliranno notevolmente. Ecco le regole per combattere il caldo improvviso

Il viaggio della musica 300x250

 
  Diretta

Top News

Crimini di guerra, condannato all’ergastolo il primo militare russo processato. Il giovane in lacrime al momento della sentenza

E’ incerta la sorte degli eroi del battaglione d’Azov dopo la resa imposta dal leader ucraino Zelensky. Circa 1.730 combattenti si sono consegnati alle truppe…

Vaiolo delle scimmie, primo caso in Italia. L’ISS: prudenza nei rapporti sessuali, ma nessun allarme

E’ stato accertato in Italia il primo caso del vaiolo delle scimmie. E’ stato isolato all’Istituto Spallanzani di Roma. Il paziente risultato positivo è un…

Covid, in Italia l’incidenza sale 12,2%, ma calano i ricoveri

In Italia, sono 30.310 i contagi di Covid su 247.471 tamponi analizzati. L’indice di contagiosità sale dall’11,5% di ieri al 12,2%. Sono 108 i morti…

La Russia convoca gli ambasciatori ed espelle i diplomatici europei

Sull’ingresso di Finlandia e Svezia nella Nato Erdogan rilancia: estradino 30 terroristi La Russia ha espulso molti diplomatici delle nazioni europei come misura di ritorsione…

Locali

Lite tra genitori davanti una scuola primaria di Andria: uno dei due impugna l’ascia ma viene fermato da una vigilessa

Prima una semplice lite, poi i toni si sono alzati. Due genitori degli alunni di una scuola primaria di Andria hanno discusso pesantemente, stamani, davanti…

Covid, cala il numero dei ricoveri in Puglia e Basilicata. Giù anche i nuovi casi

Sono in lieve calo i nuovi casi di Covid in Puglia, con un’incidenza all’11,9%: sono 1.868 su 15.638 test giornalieri registrati. Sale il numero delle…

Appalti truccati, torna in libertà l’ex sindaco di Polignano a mare Vitto: per il Riesame sono cessate le esigenze cautelari

Torna in libertà l’ex sindaco di Polignano a Mare, Domenico Vitto, ai domiciliari dal 21 aprile nell’ambito di un’indagine su presunti appalti truccati al Comune…

Rimorchiatore affondato al largo di Bari: un superstite. Nell’equipaggio c’erano due pugliesi

E’ di tre morti, due dispersi e un superstite il bilancio dell’affondamento di un rimorchiatore avvenuto ieri sera a cinquanta miglia dalla costa di Bari,…

Made with 💖 by Xdevel