Ascolta Guarda

Covid: Decaro, per ora sotto controllo, ma no a concerti in locali per aperitivi vigilie

Il sindaco di Bari e presidente dell’Anci ha chiesto al governo di rendere obbligatoria anche all’aperto la mascherina dal 6 dicembre al 15 gennaio. “Se ci fosse un provvedimento nazionale – ha detto Decaro – sarebbe tanto di guadagnato, perché daremmo un segnale unico a tutto il Paese”.

“Usare la mascherina anche all’aperto, significa abbattere almeno del 50% la possibilità di diffondere il virus” ha spiegato il primo cittadino di Bari.

“Ad oggi la situazione è particolarmente tranquilla rispetto al passato, quindi l’invito è quello di prestare attenzione, mettere la mascherina, igienizzare le mani e soprattutto continuare la campagna di vaccinazione. Io ho prenotato e farò questa settimana la terza dose” ha aggiunto Decaro.

Per quanto riguarda ulteriori limitazioni nel periodo natalizio, il sindaco ha sottolineato che non sarà possibile fare concerti all’interno dei locali nelle giornate delle vigilie durante i tradizionali aperitivi che si svolgono a Bari e in altre città.

“Sicuramente se abbiamo cancellato i concerti dell’amministrazione comunale, non si potranno fare concerti nei locali pubblici” ha detto. “Godiamoci lo shopping, l’aperitivo con attenzione, la possibilità di tornare a stare insieme, cerchiamo soltanto di stare attenti”.

Sull’organizzazione dei concerti di Capodanno in piazza, Decaro ha fatto notare che ad oggi ogni sindaco fa le sue valutazioni e non sa se arriveranno indicazioni nazionali. “Credo che se si fa un concerto – ha spiegato il sindaco – è opportuno limitare l’assembramento attraverso alcune regole come il controllo, il contingentamento, la possibilità di stare seduti”.

Gianvito Magistà

Musica & Spettacolo

Sanremo, ecco la scenografia del festival

L’omaggio al varietà con lo sguardo al futuro

Musica in lutto, addio a Meat Loaf

Il cantante aveva 74 anni. L’annuncio della moglie su Facebook

Leggerissime

Il caffè espresso italiano candidato a patrimonio Unesco

È buono se preso da soli o in compagnia, un po’ meno se bevuto a tarda sera. Il caffè in Italia è in ogni caso…

Nel weekend arriva il freddo dalla Russia

L’inverno tornerà con piogge e nevicate anche a quote basse

 
  Diretta

Top News

Bollettino Italia, calano positivi e decessi. Salgono leggermente le terapie intensive. Puglia e Sardegna in giallo, ma le restrizioni restano le stesse

In Italia, su 1.117.553 tamponi analizzati, 179.106 sono risultati positivi. Incidenza al 16%. Le vittime registrate sono 373 ( 385 ieri ). Sono 1707 i…

Studente all’ultimo giorno di stage muore in provincia di Udine schiacciato da una trave

Uno studente di 18 anni è stato schiacciato da una trave a Lauzacco, in provincia di Udine. Il giovane aveva aderito al progetto “Alternanza Scuola…

Caro – Bollette, il governo stanzia 1,6 miliardi di euro. Aiuti a imprese e famiglie

Il Consiglio dei Ministri ha approvato il decreto contro il caro – bollette. E’ il secondo provvedimento, introdotto nel primo trimestre 2022 per contenere l’aumento…

Puglia e Sardegna passano in zona gialla, firmata nuova ordinanza dal ministro Speranza

Il Ministro della Salute, Roberto Speranza, alla luce dei dati del monitoraggio settimanale, ha firmato una nuova ordinanza che prevede il passaggio di Puglia e Sardegna in…

Locali

Operazione “alto impatto” a Foggia e San Severo: 5 arresti

Cinque persone arrestate, sequestro di armi, munizioni, droga e denaro contante. È il bilancio di un’operazione interforze ad “alto impatto” che ha visto impegnato tra…

Tentato assalto a portavalori nel Foggiano, banditi non riescono ad aprire portellone e fuggono

Un tentato assalto ad un portavalori della ditta Cosmopol si è verificato questo pomeriggio sulla strada provinciale 655, che da Foggia conduce a Candela. Nessuno…

Rave party nel Tarantino, denunciati due fratelli di Manduria

Due fratelli di 36 e 25 anni, originari di Manduria, sono stati denunciati nell’ambito delle indagini che hanno portato a interrompere lo scorso fine settimana…

Droga e telefonini nel carcere di Brindisi: venivano lanciati dall’esterno o nascosti in flaconi di shampoo e cartoline, 12 indagati

Telefonini e droga sarebbero entrati nel carcere di Brindisi, lanciati dall’esterno o portati con altri stratagemmi, ad esempio nascosti in plichi, flaconi di shampoo, pacchetti…

Made with 💖 by Xdevel